Home  › Contabilizzazione Calore › Contabilizzazione

Contabilizzazione

Contabilizzazione

La Termoregolazione e contabilizzazione di calore.

E’ un sistema razionale e molto semplice , che consiste nell’apportare approntare all’impianto centralizzato delle semplici migliorie che consentano di poter gestire/utilizzare (e pagare) il riscaldamento come oggi già facciamo con l’energia elettrica, il gas, l’acqua con la naturale conseguenza di pagare secondo l’effettivo consumo e quindi per come lo si utilizza. Si potrà quindi utilizzare il calore secondo le proprie esigenze regolando la temperatura dei singoli ambienti a piacimento (termoregolando), quindi accendendo e spegnendo i propri termosifoni, altrimenti poter chiudere o diminuire solo alcune stanze invece che un'altre e pagando in base al consumo rilevato. Finalmente tutti i condomini pur avendo un solo impianto potranno essere autonomi l’uno dall’altro senza dover per questo discutere con gli altri condomini e senza dover rivoluzionare il proprio appartamento e con dei costi enormemente più contenuti di un impianto singolo. A tutti gli effetti, è identificabile quasi come un impianto unifamiliare, senza dover più discutere sugli orari di accensione, o sul pagamento.

RISPARMIARE ENERGIA E DENARO UTILIZZANDO L’IMPIANTO CENTRALIZZATO AUTONOMAMENTE.

Tutto ciò avviene in quanto i condomini, usufruiscono dell’impianto di riscaldamento centralizzato dell’edificio e questo è sicuramente un vantaggio economico perché tutti dividono le spese di manutenzione ed i benefici di un unico impianto, prelevandone il calore quando ne hanno necessità e pagandone il proprio consumo.

Inoltre la possibilità d’indipendenza data dall’impianto di termoregolazione e contabilizzazione di calore, permette un’oculata gestione del proprio appartamento, tenendo presente che le valvole termostatiche , risentono anche di apporti termici diversi da quelli generati dal riscaldamento (esposizione al sole del locale, cucine e forni, altre fonti esterne), tutto ciò farà razionalizzare il consumo di combustibile e quindi anche la spesa, e le relative immissioni di gas nocivi in ambiente.

Esperienze fatte su molti Condomini, hanno dato come risultato un risparmio globale a livello di combustibile, di una percentuale variante da un minimo del 18% ad un massimo del 40%.

In base al DPR 412/93 (norme di applicazione della legge 10/91 del 09/01/91), l’impianto termico centralizzato ove sia installato un impianto di contabilizzazione di calore e termoregolazione sia in centrale termica che negli appartamenti, può estendere l’orario di accensione , rispettando le temperature e i limiti previsti. In breve la caldaia potrebbe rimanere accesa anche 24 ore su 24.

Così facendo garantiremmo all’impianto di riscaldamento nelle parti comuni quali ad esempio le colonne montanti (che attraversano dal basso verso l’alto tutto quasi le pareti dell’edificio) , un mantenimento termico costante e continuo , lontano da accensioni e spegnimenti continui dannosi tecnicamente per l’impianto ed economicamente onerosi per i condomini.

Ciò consentirà a tutti i condomini di prelevare calore quando necessario svincolandosi così da orari che non soddisfano le proprie necessità e che scalderebbero l’appartamento quando non ne avesse bisogno essendo ad esempio fuori casa, o per temperature troppo alte, comfort personale già soddisfatto.

Inoltre è da tener presente che, le valvole termostatiche daranno la possibilità di regolare temperature diverse in ambienti diversi e far sì, ad esempio, che si possano avere 16° C in un salone poco frequentato, e 20° C in una stanza dove si sta studiando, lavorando o vedendo la televisione. Inoltre sarà possibile chiudere il termosifone di una stanza che non si occupa o chiudere tutti i termosifoni del proprio appartamento per periodi di assenza (settimana bianca, vacanza, viaggio di lavoro, appartamento sfitto).